DPCM ILLEGITTIMI? Parliamone…

dMPC mascherina
7 Aprile 2021 Michela Arosio 0 Comments

Con sentenza del 27 Gennaio 2021 il Tribunale di Reggio Emilia, nella persona del Giudice penale dott. Dario De Luca, ha stabilito che i Dpcm del Governo per contenere la pandemia e le limitazioni agli spostamenti in essi contenuti sono “illegittimi per violazione della legge Costituzionale”.
La decisione è stata presa al termine di un procedimento penale relativo a un caso risalente al marzo 2020: una coppia della provincia di Reggio, fermati dai militari, aveva dichiarato di doversi recare in Ospedale per degli accertamenti.
Le Forze dell’Ordine, verificata l’infondatezza della dichiarazione, hanno chiesto l’apertura di un procedimento penale.
Il Giudice li ha assolti chiarendo che il Dpcm, vietando in maniera assoluta di uscire dalla propria abitazione, delinea un vero e proprio obbligo di permanenza domiciliare.
Ma nel nostro ordinamento tale obbligo è previsto solo quale sanzione irrogata dal Giudice a seguito di una condanna per alcuni tipi di reato e in ogni caso nel rispetto del diritto di difesa.

DPCM

Peraltro le misure restrittive della libertà personale debbono essere, secondo il dott. De Luca, “adottate solo su atto motivato dall’autorità giudiziaria e nei soli casi e modi previsti dalla legge”.

Da ciò deriva che un “semplice” Dpcm, quale atto NON avente forza di legge e fonte di legge di rango secondario, non può limitare la libertà personale.
Il dott. De Luca peraltro ritiene che nemmeno un atto normativo avente forza (decreto-legge) potrebbe in via generale e astratta, obbligare tutti i cittadini indistintamente alla permanenza domiciliare, visto che l’art.13 della Costituzione (Lib
ertà Personale) prevede che solo un provvedimento giudiziario individuale e quindi diretto a un soggetto specifico possa farlo
In conclusione, secondo il Giudice De Luca, “deve affermarsi la illegittimità del Dpcm indicato per violazione dell’articolo 13 della Costituzione con conseguente dovere del Giudice ordinario di disapplicare tale Dpcm”.

Leave a Reply:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *